blog

Quali sono i sintomi della cataratta?

Quando i sintomi della cataratta si manifestano, spesso avviene una progressiva ma sempre più marcata riduzione della qualità della vista.

Questa patologia oculare è molto comune ed è legata, nella maggior parte dei casi, all’avanzare dell’età: ecco perché generalmente è più frequente dopo i 65 anni, tanto che si parla di cataratta senile.

Le cause della cataratta non sono esclusivamente legate all’invecchiamento, ma possono essere anche dovute, per esempio, a:

  • traumi di tipo fisico o meccanico
  • malattie sistemiche come il diabete
  • altre malattie dell’occhio come il glaucoma o l’uveite
  • uso prolungato di cortisonici.

Ad ogni modo, qualunque ne sia la causa, la cataratta consiste nella graduale opacizzazione della lente naturale dell’occhio, chiamata cristallino. Tale opacizzazione, se non trattata, può peggiorare fino a compromettere in modo sostanziale la visione e quindi l’autonomia di chi ne è affetto.

I sintomi più comuni della cataratta

In una fase iniziale, la cataratta non provoca disturbi evidenti o dolorosi e i sintomi si sviluppano gradualmente. La malattia non incide eccessivamente sulla qualità della vista, anzi, alcune persone riferiscono paradossalmente un miglioramento nella visione da vicino.

Ma poi, progredendo, la cataratta comincia a interferire sempre più pesantemente sulla vista e quindi sulla qualità della vita.

Quali sono i sintomi della cataratta a cui devi prestare attenzione?

I pazienti affetti da cataratta riferiscono di vedere le immagini come se fossero sott’acqua o come se i loro occhi fossero coperti da un velo.

Visione dopo l'intervento della cataratta Visione prima dell'intervento della cataratta

Altri sintomi tipici della cataratta sono:

  • percezione meno vivida dei colori, che tendono al giallo
  • perdita del contrasto
  • ipersensibilità alla luce (fotofobia)
  • vista annebbiata
  • vista doppia
  • percezione di aloni intorno alla luce
  • necessità di cambiare più frequentemente di prima il potere delle lenti degli occhiali che si indossano quotidianamente

Non tutti sperimentano chiaramente gli stessi sintomi, ma è comunque fondamentale non sottovalutarli perché la cataratta, se non trattata, può portare alla cecità. Una cecità fortunatamente risolvibile tramite un intervento chirurgico. Sarebbe comunque opportuno non arrivare fino ad uno stato così avanzato di questa patologia.

Se hai dubbi sulla sintomatologia, il nostro consiglio è sottoporti a una PRIMA VISITA.

In hi-care surgery disponiamo di tutta la strumentazione e degli esami adeguati a diagnosticare e curare la cataratta come: biometria, OCT, conta endoteliale.

 

Quando operare la cataratta

È fondamentale sapere che, purtroppo, l’unica cura efficace per risolvere la cataratta è l’intervento chirurgico: non vi sono, ad oggi, colliri o farmaci che possono trattarla.

In passato, l’intervento di cataratta era molto invasivo e richiedeva anche diverse settimane di degenza in ospedale, perciò si preferiva operare quando la cataratta veniva definita “matura”, cioè quando la vista del paziente era già gravemente compromessa.

Oggi, invece, grazie al progredire della tecnologia, l’intervento di cataratta è diventato mininvasivo ed i rischi ad esso connessi si sono ridotti drasticamente, tanto da non essere nemmeno più necessario il ricovero (salvo rarissimi casi). Perciò, oggi, il consiglio è di intervenire sulla cataratta non appena inizi ad influenzare la qualità della vita di una persona.

In hi-care surgery, specializzazione e tecniche sempre più all’avanguardia ci permettono di curare la cataratta in tempi brevi e con il minimo discomfort.

L’operazione con il femtocataratta

In hi-care surgery utilizziamo uno strumento che rappresenta l’evoluzione più recente delle tecniche per eseguire l’intervento di cataratta. Ci avvaliamo infatti di uno speciale laser a femtosecondi che garantisce una precisione, non raggiungibile manualmente, in alcuni passaggi cruciali dell’intervento.

I vantaggi dell’intervento in hi-care surgery con il femtocataratta sono:

  • mininvasività
  • maggior precisione e sicurezza
  • non utilizziamo bisturi o lame

L’intervento è indolore in quanto vengono instillate delle gocce di collirio anestetico e si svolge sostituendo il cristallino affetto da cataratta con una speciale lentina intraoculare (IOL) che assicura un’ottima visione.

Selezioniamo la tipologia di lente più adatta alle tue esigenze e al tuo stile di vita. Oggi abbiamo infatti a disposizione un’ampia gamma di lenti che possono offrire una più o meno marcata indipendenza dagli occhiali, questo anche se prima di sviluppare la cataratta si portavano occhiali o lenti a contato per correggere miopia, astigmatismo, ipermetropia o presbiopia.

Il recupero visivo postintervento è rapido. Il risultato è permanente poiché il cristallino artificiale, non si deteriora e, quindi, una volta risolta, la cataratta non può tornare.

Ma allora perché sentiamo parlare di cataratta secondaria?

 

Che cos’è la cataratta secondaria

Il nostro cristallino naturale risiede nei nostri occhi all’interno di un sacchetto. La lente artificiale, che va a sostituire il cristallino affetto da cataratta, viene posizionata all’interno di questo stesso sacchettino. In alcuni casi, può capitare che, dopo l’intervento di cataratta, questo sacchettino si opacizzi causando una visione annebbiata simile a quella che si sperimentava precedentemente con la cataratta.

Non bisogna spaventarsi poiché è una situazione non pericolosa, né grave e risolvibile in modo semplice, rapido ed indolore.

Come si cura la cataratta secondaria?

È sufficiente un trattamento indolore di pochissimi minuti con un’apposita tecnologia che si chiama Yag Laser. Questo trattamento si svolge in ambulatorio, non richiede anestetico, né ricovero e nemmeno, successivamente, la protezione dell’occhio tramite bendaggi morbidi o rigidi.

Torna a vedere il mondo a colori, liberati della cataratta!

Se credi di avere uno o più sintomi tra quelli descritti, non esitare a contattarci.

Siamo qui per te: puoi fissare una PRIMA VISITA e verificare lo stato di salute dei tuoi occhi.

Con l’intervento per cataratta tornerai a vivere la gioia di una visione chiara, in tempi rapidi e con un trattamento sicuro ed indolore.

 

altro dal blog

si guarisce dalla maculopatia?

La maculopatia degenerativa retinica è quella patologia che interessa la parte centrale della retina, detta macula, provocando una progressiva riduzione della capacità visiva.

leggi tutto

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo

Invia questo articolo a un tuo amico

Shares